Cavalli Haflinger dell'Alto Adige
Alto Adige

HOME  |  DEUTSCH  |  ENGLISH

39100 Bolzano, Via Galvani 38
Tel. 0039 0471 063970
Fax 0039 0471 063971
info@haflinger-suedtirol.com
Part. IVA IT00307400218

 

L'Haflinger - Storia


 
 
Il capostipite

Dall’accoppiamento dello stallone orientale “133 El Bedavi XXII” con una fattrice  locale di origini galiziane, nel 1874 a Sluderno in Alto Adige, presso l’allevatore Josef Folie, nacque uno splendido puledro maschio, che il fiero allevatore battezzò con il nome della sua famiglia:  249 FOLIE.

Folie  aveva il mantello sauro con la riga mulina ereditata dalla madre.  In lui si sposarono la forza e i caratteri tipici del cavallo di montagna, ereditati dalla madre, con la distinzione e l'eleganza trasmessi dal padre.  Folie venne descritto come “fascio di muscoli, di distinzione araba, con spalle lunghe e inclinate, il dorso forte, la groppa diritta, dotato di muscolatura e giunture forti, andatura corretta e ampia e un buon temperamento“.

I sette stalloni che oggi sono considerati i capostipiti per l’allevamento sono tutti - senza eccezioni - discendenti di Folie.

Infatti, le linee di sangue si trasmettono in linea paterna, e per il Cavallo Haflinger sono  A, B, M, N, S, ST, W. I puledri maschi portano sempre un nome corrispondente alla lettera iniziale del nome del padre.

Il nome

Da sempre in Alto Adige vi era una grande richiesta di cavalli piccoli, robusti e soprattutto sicuri anche sui terreni più sconnessi, per il traino e per la soma. Questi cavalli venivano acquistati soprattutto dai contadini e dai commercianti del Monte Zoccolo e di Hafling (in italiano Avelengo), e ben presto il termine "Haflinger” venne utilizzato per indicare questo tipo di cavalli resistenti, nevrili e versatili, frugali e robusti. Il 2 maggio 1898,  il Ministerio il Ministero dell'Agricoltura austriaco concesse con Decreto il riconoscimento ufficiale della Razza Haflinger.

L'evoluzione della razza

L’Haflinger moderno è il risultato dell'evoluzione che la razza ha attraversato in seguito alle mutate esigenze e forme di utilizzo legate alle condizioni economiche, politiche e sociali delle varie epoche dell’allevamento. Nato come cavallo da soma e da lavoro, durante le Guerre Mondiali, l’Haflinger fu utilizzato  nell’esercito, per poi ritornare al lavoro nell'agricoltura e nella silvicoltura.  Nel frattempo però,  la maggior parte dei contadini si era equipaggiata da un punto di vista tecnico, e quindi ebbe inizio la carriera dell’Haflinger come compagno per lo sport ed il tempo libero.   Le caratteristiche morfologiche e l'indole del cavallo Haflinger sono strettamente correlate a quest'evoluzione della razza, che oggi può essere annoverata fra le più versatili al mondo (Download storia.doc).




 
  • News

Editoria  |  Cookie
Mappa del sito
Segnala questo sito

Fed. Prov. Allevatori Cavalli Haflinger
I-39100 Bolzano, Via Galvani 38
Tel. 0039 0471 063970 - Fax 0039 0471 063971
E-Mail info@haflinger-suedtirol.com
Part. IVA IT00307400218